Bye Franca!

Oggi 22/12/2016 è venuta a mancare una delle figure più importanti del mondo della moda: la direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani. Può essere definita una leggenda perché col suo modo di concepire e trasmettere la moda ha influenzato tutto il mondo. E’ stata definita dallo stilista Valentino “la più grande editor del mondo” e il fotografo Bruce Weber dice di lei : “mi ha insegnato a rompere le regole e a uscire dal mondo borghese della moda”.
Alcuni numeri di Vogue Italia da lei ideati sono entrati nella storia della moda come per esempio “ black issue” che difendeva le modelle di colore e sottolineava il razzismo diffuso nel mondo del fashion e non solo.

vi_blackissue

“Plastic Surgery issue” che voleva parlare dell’eccessivo ricorso da parte delle donne alla chirurgia estetica.

1-483291_0x440

Inoltre creò  un servizio fotografico con modelle cosparse di petrolio per ricordare il disastro ambientale Bp.

1800

Franca attraverso la moda parlava  della società e alla società e voleva far aprire gli occhi all’umanità ponendo sotto gli occhi di tutti problemi reali.

Nel corso dell’ultima fashion week ho avuto il piacere di conoscerla e sentirla parlare durante un talks dedicato ai giovani talenti, ecco una breve intervista che ha rilasciato durante questo evento (non ho voluto modificare nemmeno una parola di quello che lei ha detto e ho trascritto passo passo ogni cosa che è uscita dalla sua bocca).
Nella sua carriera ma in generale nella sua vita è sempre andata controcorrente dando una definizione nuova a questo lavoro, a questa identità professionale. Com’è stato reinventare e dare una nuova definizione a questo ruolo?
Franca: “ Io penso che a volte devi anche essere un pò costretto a delle scelte, non avevamo molta scelta perché la lingua italiana si parla solo in Italia e io non volevo fare un giornale nazional-popolare perchè ce ne sono già tanti, ci sono un sacco di settimanali e tutti diciamo di buona qualità , in maniera piatta ma qualitativamente buoni anche se non sono niente di speciale. Però se uno si vuole differenziare è perché vuole attirare un certo pubblico; perché il lettore si deve accontentare di qualche cosa che io gli do, che per me è comodo e non mi costa fatica come dei bei cappotti e delle belle camicie e gli dico scegli e non mi devo mettere in discussione?. Io ho cercato di parlare attraverso l’immagine che deve essere forte, deve essere capita da tutti. La mia scelta è stata un pò una scelta forzata nel senso che, ciò è quello che devi fare se vuoi parlare a tutti. Io dico scherzando che ho iniziato Instagram 28 anni fa perché quando facevo la scuola per giornalisti dicevano che l’immagine o il titolo è a supporto del testo, io invece mettevo il titolo a supporto di niente in realtà, perché mettevo “è preziosità” oppure “è bolero” , sarebbe dovuto essere “è il bolero” e anche italianamente nella lingua non funzionava , però era una maniera di rompere degli schemi per crearne degli altri. Non dico che sia stato facile, anzi è stato molto difficile e come dico nel film hanno cercato di licenziarmi tre volte ma io per tre volte gli ho detto “voi state facendo un grande errore perché io sono sicura che nel tempo questa cosa renderà”, al momento è difficile e se devi fare qualcosa di diverso devi anche essere pronto alla critica e la critica a volte è anche costruttiva , a volte ti deprime è vero però è anche costruttiva perché comunque ti fa pensare. Per me il mio processo è stato più un processo a livello estetico”.
Come si è evoluto il lavoro che si fa oggi con le novità , con le nuove identità, con questi new talents, è più o meno difficile trovarli grazie anche alla possibilità che oggi teoricamente abbiamo di questa realtà aumentata e di questa facilità a comunicare apparente o reale ?
Franca: “Più che realtà aumentata direi che ormai si straparla perché chiunque si sente in diritto di parlare di moda e non in una maniera quasi interrogativa ma in un modo assolutamente arrogante e sicuro che quello che dicono è vero.”

img_9390

img_9388

img_9393

Addio Franca, grazie per tutte le belle emozioni che mi hai regalato!

_franca_sozzani_to_receive_lifetime_achievement_awardburo_cover

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...